Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

ORARI 2019

Gennaio e Dicembre
Chiuso
Febbraio e Novembre
 Solo la Domenica tempo permettendo
dalle ore 10:00 alle ore 17:00
Marzo e Ottobre
 Tutti i giorni escluso il Martedi
dalle ore 9:00 alle ore 18:30
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
 Tutti i giorni 
dalle 9.00 alle 19.30

N.B. La biglietteria chiude 60 minuti prima dell'orario di chiusura del parco

In autobus allo Zoo 2019

IN AUTOBUS allo ZOO
SERVIZIO DISPONIBILE DAL 1 APRILE AL 30 AGOSTO 2019
Dalla stazione ferroviaria e' possibile venire in autobus allo Zoo.
La fermata dell'autobus e' situata davanti alla Farmacia Margutti.

Immagine1

Consegnando in biglietteria il biglietto dell'autobus ultilizzato per la tratta Falconara-Parco Zoo, il cliente pagante tariffa ingresso Zoo intera, paga tariffa ingresso Zoo ridotta (il biglietto deve riportare l'obliterazione con data e ora corrispondente alla stessa giornata di visita dello Zoo).

OKAPI, la giraffa delle foreste

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - >

neswZoo

Domeniche a tema: GIUGNO 2019

DIVERTIRSI RISPETTANDO L’AMBIENTE: AL PARCO ZOO FALCONARA UN MESE RICCO DI INIZIATIVE

A giugno domeniche a tema per tutta la famiglia: approfondimenti sul mondo animale e incontri sulla salvaguardia della biodiversità  

Si preannuncia un mese di giugno ricco di appuntamenti per il Parco Zoo Falconara, pronto ad offrire ai visitatori tante giornate diverse da trascorrere in famiglia per scoprire insieme il meraviglioso mondo degli animali. Filo conduttore delle iniziative saranno simpatici sketch, attraverso i quali due biologhe della struttura fingeranno di intervistare un animale, di volta in volta diverso, con l’obiettivo di approfondirne la conoscenza.

Si parte domenica 2 giugno con una giornata dedicata al lupo e all’importanza della sua salvaguardia: alle 10.30 una biologa dello staff didattico – scientifico, proprio davanti al reparto che ospita una coppia di esemplari, terrà una speciale lezione su questa specie simbolo della natura selvatica da tutelare. Alle 14, poi, l’affascinante e magnetico animale sarà protagonista dell’intervista speciale nell’Aia del contadino.

Domenica 9 i gibboni, le agilissime scimmie dalle spiccate capacità acrobatiche, saranno al centro di un doppio appuntamento: alle 10.30 i biologi del parco incontreranno i visitatori per un approfondimento sulla storia e le abitudini del simpatico animale, mentre nel primo pomeriggio, alle 14, nell’Aia del contadino, sarà possibile conoscere mamma gibbone nel divertente "faccia a faccia".

Riflettori puntati sulla salvaguardia delle foreste domenica 16. Una giornata in linea con gli obiettivi della campagna “Foreste sottosopra” promossa dall’Uiza (Unione Italiana Zoo e Acquari) per combattere il disboscamento. Si comincia alle 10.30, davanti al reparto dei lemuri, nei pressi della nuova area didattica dedicate alle foreste, dove verranno illustrate le cause che determinano il preoccupante fenomeno, per proseguire alle 14, all’Aia del Contadino, con una speciale intervista.

Domenica 23 giugno spazio all’okapi, con una giornata interamente dedicata al particolare esemplare, che dallo scorso anno è approdato al giardino zoologico di Falconara incuriosendo numerosissimi visitatori. Cugini delle giraffe, ma con le zampe striate come zebre, Azizi e Elani -questi i nomi della coppia ospite del parco- si faranno conoscere meglio alle 11.30 presso il loro reparto ed alle 14 presso l’Aia del contadino.

Domenica 30 giugno, infine, si parlerà di contrasto al bracconaggio. L’iniziativa rientra nella campagna di comunicazione Banditi in Natura, lanciata dall’Uiza per informare e sensibilizzare il pubblico sull’illegale fenomeno, ancora oggi tra le principali minacce alla sopravvivenza delle specie animali. In programma, alle 10.30, un focus sulla tigre e alle 14 una speciale intervista al bracconiere. A vestire i panni del cacciatore di frodo sarà una biologa dello staff didattico – scientifico, che affronterà in modo divertente ed innovativo il tema del bracconaggio, spiegando anche come ad oggi sia possibile sconfiggerlo.

Dal Paese dei Bimbi al Parco Zoo Falconara, cinquant'anni di storia

Dal Paese dei Bimbi…
Inaugurato nel 1968 dal fondatore Italo Palanca, il Parco Zoo Falconara si estende per circa 60.000 mq. Sorto sulla collina di Barcaglione, dove all'epoca si estendevano solo campi, in poco più di un anno furono innestate oltre 15mila piante. Di proprietà privata, la struttura è impegnata nella conservazione delle specie minacciate di estinzione e nel promuovere la cultura della biodiversità attraverso la partecipazione a programmi di educazione e ricerca. 
Il tutto è cominciato seguendo un concept di intrattenimento per bambini e famiglie, con parco giochi, casette delle favole e animali da cortile. Successivamente il progetto è diventato più ambizioso con l'arrivo, nel 1974, del primo leone. Ecco che il Parco “Paese dei Bimbi” inizia lentamente a trasformarsi in Zoo, tanto che nel 1980 la struttura fa ufficialmente ingresso nel circuito UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari) che ad oggi conta 17 associati e si propone di promuovere in Italia l’idea delle strutture zoologiche come strumento di conservazione, educazione naturalistico-ambientale e ricerca scientifica. Nel 1990 prosegue l'espansione del Parco aggiungendo le attività didattiche per scuole, con cui oggi svolge anche un importante ruolo di sensibilizzazione. Centro didattico di riferimento anche per famiglie, è un luogo dove adulti e bambini possono incontrare gli animali, conoscerli e imparare a proteggerli. Nel 2003 il Paese dei Bimbi cambia nome, e diventa Parco Zoo Falconara. Dal 2006 entra a far parte dell’EAZA, l’associazione che riunisce i migliori zoo e acquari a livello europeo e sviluppa programmi di riproduzione controllata, promuovendo la collaborazione tra gli associati per la ricerca scientifica e progetti di conservazione in natura.

…al Parco Zoo Falconara 
La struttura ospita più di 200 esemplari tra mammiferi, uccelli, rettili e anfibi. Diverse specie sono classificate secondo la Red List dell’IUCN da vulnerabili a estinte in natura. Il mantenimento delle specie minacciate è una delle sfide raccolte dal parco che, dal 2001, ha finanziato più di 10 progetti di conservazione in situ, stanziando diverse migliaia di euro negli ultimi anni. Tre attualmente i progetti di conservazione seguiti. Il parco sta promuovendo le campagne di protezione del ghepardo, della giraffa e dell’okapi.
Lo staff della struttura collabora alla ricerca scientifica con diverse Università lItaliane. Lo studio delle abitudini alimentari dei ghepardi svolto presso lo zoo da una studentessa della Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Camerino é stato pubblicato su riviste internazionali. La struttura ospita anche diversi studenti delle scuole superiori e dell’università per tesi e tirocini formativi. 
Numerose sono le attività disponibili, a partire dalle domeniche a tema (da aprile a settembre) su “natura e biodiversità” e dai centri estivi, fino agli AperiZoo, percorsi guidati dietro le quinte, e alle rappresentazioni teatrali.


INAUGURAZIONE

Primo lieto evento dell’anno 2018

Il Parco Zoo Falconara festeggia il primo lieto evento dell’anno con la nascita di un cucciolo di zebra. Un fiocco azzurro che rimpie di gioia e soddisfazione gli operatori della struttura.

Il cucciolo appartiene alle zebre di Pianura, come la mamma e tutti gli altri esemplari presenti al Parco Zoo Falconara. Questa particolare specie è caratterizzata dal manto a larghe strisce bianche e nere, che si estendono anche sul ventre con la presenza di zone d’ombra tendenti al marrone. La disposizione delle strisce è unica per ogni animale, proprio come un’impronta digitale. Questa particolarità consente alla mamma di riconoscere il suo cucciolo.

zebra zoo 2018

Con la scuola....allo Zoo!!!

Ci sono tanti modi per imparare e conoscere il mondo degli animali.
Al Parco Zoo Falconara, grazie a percorsi didattici istruttivi e coinvolgenti,
 creati a seconda delle fasce d’età degli studenti, si può fare Scienza...divertendosi.

Scopri cosa ti propone il Parco Zoo per l'anno scolastico 2017/2018
Scarica la brochure -> maxresdefault

Per informazioni 071 911312
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LA CICOGNA TORNA A VOLARE SUL PARCO ZOO FALCONARA

Continua ad allargarsi la grande famiglia del Parco Zoo Falconara. A meno di una settimana dalla nascita della zebra, il giardino zoologico marchigiano dà il benvenuto a Pietro, un cucciolo di cammello.
Il baby cammello è venuto alla luce al termine di una gestazione di 12 mesi e sin da subito mamma Clara lo ha stimolato ad alzarsi in piedi, cosa che è avvenuta a circa un’ora dalla nascita.
Il cucciolo è il terzo figlio di Clara e Orazio, che formano una coppia solida dal 2011, e verrà allattato dalla madre per circa un anno, periodo necessario alla formazione delle sue caratteristiche gobbe, importanti riserve di grasso, di cui al momento è privo.
La nascita di un animale rappresenta sempre una grande gioia per lo zoo: un momento di tenerezza, ma anche un’opportunità per diffondere tra i visitatori la conoscenza della specie.
Il cammello è un mammifero asiatico con due grosse gobbe sul dorso, importanti riserve di grasso da utilizzare nei periodi di scarsità di acqua e cibo.

Cammello

FESTA AL PARCO ZOO FALCONARA: NASCE UN CUCCIOLO DI ZEBRA

Fiocco a strisce al Parco Zoo di Falconara dove nei giorni scorsi è nato un cucciolo di zebra. E’ presto per dire se si tratti di un maschietto o di una femminuccia. Per questo il piccolo non ha ancora un nome, la cui scelta, una volta determinato il sesso, verrà affidata a un sondaggio sulla pagina Facebook del giardino zoologico marchigiano. Il nuovo arrivato, venuto alla luce dopo 12 mesi di gestazione, era già in piedi dopo appena mezz’ora dalla nascita. La baby zebra ha già iniziato a correre e saltare all’interno dell’area riservata ed è costantemente accudita e allattata dalla mamma. Il cucciolo appartiene alle zebre di Pianura, come la mamma e tutti gli altri esemplari presenti al Parco Zoo Falconara. Questa particolare specie (Equus burchielli) è caratterizzata dal manto a larghe strisce bianche e nere che si estendono anche sul ventre con la presenza di zone d’ombra tendenti al marrone. La baby zebra viene riconosciuta dalla mamma grazie alla particolarità delle strisce che rende ogni esemplare diverso dagli altri, rappresentando una sorta di impronta digitale. Con la nascita della piccola zebra, il Parco Zoo Falconara festeggia il terzo lieto evento dell’anno. Nei mesi sorsi erano infatti venuti alla luce quattro cuccioli di cane procione e un gibbone dalle mani bianche.

zebra

ban orari

ban tariffe

ristozoo

OCCHIO All'alieno - Campagna UIZA Specie Aliene

banditiinnatura

Siamo membri di:
Membro di EAZA - European Association of Zoos and AquariaMembro di - EDUZOO Educare per conservare

logo species 360

Membro di - ANMS Associazione Nazionale dei Musei Scientificilogo uiza 2013
Partecipiamo:
Partecipiamo a: EEP European Endangered species Program

Dicono di noi

ico_dicono5

Qui ci sono pubblicati gli articoli più belli che parlano delle iniziative del Parco Zoo e dei suoi Animali.

Vai alla pagina

Siti Amici

Zoobio.it