bottone acquista regala

LIBRI DA COLORARE E PENNARELLI, LA DONAZIONE DEL PARCO ZOO FALCONARA AI PICCOLI PAZIENTI DI PEDIATRIA DELL’OSPEDALE DI SENIGALLIA
Dal 2017 la struttura marchigiana partecipa al progetto nazionale di Giunti al Punto per promuovere la lettura, acquistando volumi destinati a scuole e reparti pediatrici. Nei prossimi mesi il materiale sarà consegnato anche all’infanzia “Montessori” di Marina di Montemarciano

Album da colorare a tema animale e pennarelli per regalare qualche ora di svago ai piccoli pazienti del reparto di Pediatria dell’Ospedale di Senigallia. A donare il materiale il Parco Zoo Falconara che, dal 2017, partecipa al progetto nazionale di Giunti al Punto “Aiutaci a crescere. Regalaci un libro”, dedicato a bambini e ragazzi. Lo scopo dell’iniziativa è di promuovere la lettura donando libri a scuole ed ospedali. Ogni anno, infatti, il giardino zoologico marchigiano sceglie una scuola diversa del territorio a cui regalare metà dei volumi acquistati, mentre l’altra metà è destinata ai reparti pediatrici. La consegna al nosocomio di Senigallia è stata effettuata questa mattina dalla responsabile marketing del Parco, Maria Vittoria Piccinini, (9 luglio) che ha incontrato il primario di Pediatria, la dr.ssa Cristina Angeletti, la coordinatrice infermieristica del reparto Marinella Cardinali e altri membri dello staff. Nei prossimi mesi, invece, il materiale sarà recapitato alla scuola dell’infanzia Montessori di Marina di Montemarciano, mentre nelle scorse settimane, lo zoo ha voluto donare ai bambini del reparto Cardiochirurgia e Cardiologia Pediatrica e Congenita degli Ospedali Riuniti di Ancona, bolle di sapone e giochi del negozio di souvenir della struttura, come peluche, maracas e tamburelli.

WhatsApp Image 2024 07 09 at 11.34.10

BOOM DI NASCITE AL PARCO ZOO FALCONARA, TRA I PICCOLI ANCHE UN AVVOLTOIO GRIFONE: SARÀ REINTRODOTTO IN NATURA
Nelle ultime settimane, oltre al rapace, sono nati un cammello, un ibis eremita e tre fenicotteri rosa

Un mese da record al Parco Zoo Falconara. In poco più di 30 giorni ci sono state ben sei nascite nei reparti di mammiferi e uccelli: un grifone, un ibis eremita, tre fenicotteri rosa e una cucciola di cammello. Un lieto evento particolarmente significativo è quello dell’avvoltoio grifone (Gyps fulvus) in quanto il nuovo nato sarà rimesso in libertàLa specie, inserita nella Lista Rossa, è a rischio di estinzione in Italia e per questo rientra in un progetto di conservazione, riproduzione e reintroduzione in natura. In questa importante iniziativa prezioso è il contributo del giardino zoologico marchigiano che nel 2020 ha accolto nella sua voliera 4 esemplari di avvoltoio grifone non più in grado di volare, provenienti da un centro spagnolo di recupero per la fauna selvatica.
A distanza di 4 anni si è schiuso il primo uovo. Il piccolo rapace sarà accudito dai genitori fino a quando, una volta pronto, sarà liberato in Italia, in una area protetta. Una nascita davvero importante per preservare questa specie che riveste un ruolo cruciale per l’ecosistema. Il grifone, infatti, è conosciuto come lo “spazzino della natura” perché si ciba di carcasse.
Lo zoo marchigiano festeggia anche il primo esemplare di ibis eremita (Geronticus eremita) nato nella struttura. Si tratta di un raro uccello migratore a rischio di estinzione caratterizzato da un lungo becco ricurvo, testa calva e piumaggio scuro con riflessi metallici blu, verdi e arancioni.
Fiocco rosa nel reparto dei cammelli: nelle scorse settimane è venuta al mondo Letizia, la settima figlia di mamma Clara e papà Orazio. La cucciola di cammello sarà allattata dalla madre fino allo svezzamento, momento in cui le gobbe, attualmente di dimensioni ridotte, cominceranno a diventare sempre più evidenti.
Cresce anche la colonia dei fenicotteri rosa (Phoenicopterus roseus) che, con l’arrivo di tre tenerissimi pulli, sale a 36 esemplari. I piccoli nascono con le piume grigie, cambieranno progressivamente colore nell’arco di 4-6 anni, diventando belli e slanciati come i loro genitori.
Il 2024 si conferma un anno eccezionale per il Parco Zoo Falconara che, tra nuovi ospiti e nuovi nati, allarga ulteriormente la sua grande famiglia. Oltre ai sei baby esemplari, a marzo è venuta al mondo anche la piccola okapi Vittoria; mentre le new entry sono rappresentate da tre canguri grigi orientali, un pitone reticolato e due giraffe. Il giardino zoologico marchigiano è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:30.

 

PARCO ZOO FALCONARA, BITON HA DUE NUOVI AMICI: SONO ARRIVATE LE GIRAFFE STEFAN E MANDELA
Gli esemplari sono ospiti della struttura marchigiana da un paio di settimane e subito si sono ambientate al meglio. La più piccola ha 3 anni ed è alta 3 metri, la più grande ha 10 anni ed è alta 5 metri

Si chiamano Stefan e Mandela, hanno 3 e 10 anni, e sono alte rispettivamente 3 e 5 metri. Il Parco Zoo Falconara accoglie con grande entusiasmo due nuove giraffe, arrivate nella struttura alcune settimane fa. La più giovane proviene dallo zoo di Kolmården, in Svezia, mentre la più grande dallo zoo di Montpellier, in Francia. Entrambe si sono subito ambientate al meglio ed hanno fatto amicizia con Biton, storica giraffa del Parco.
L’animale, 11 anni, era rimasto solo dopo la recente scomparsa di Cody, giraffa di Rothschild. Il giardino zoologico marchigiano si è quindi attivato celermente per dare a Biton nuovi compagni di vita. Il coordinatore della specie, valutata la situazione nei vari zoo d’Europa, ha trovato i due esemplari maschi più idonei a ricreare il gruppo, ovvero Stefan e Mandela.
Le due giraffe sono arrivate nella struttura di Falconara a una settimana di distanza l’una dall’altra e dopo un periodo di acclimatazione all’interno della stalla dove hanno fatto conoscenza, sono uscite nell’area esterna del reparto.  Tra i tre animali c’è stata subito sintonia, infatti sono già molto uniti. Scrutano l’ambiente e mangiano fieno, foglie, pellet e frutta. Ai visitatori più curiosi non sfuggirà il loro bellissimo manto, ognuno diverso dall’altro in quanto appartengono a tre sottospecie diverse.
Le due giraffe sono solo le ultime arrivate in ordine di tempo. La stagione 2024 del Parco Zoo Falconara, infatti, è iniziata con la grande novità dei tre canguri grigi orientali e con un super ospite: il pitone reticolato, uno dei serpenti più lunghi del mondo. Un anno davvero speciale per il giardino zoologico che recentemente ha festeggiato anche la nascita di una cucciola di okapi, rara specie minacciata di estinzione.

 

ARRIVEDERCI ITALO! IL PRIMO OKAPI NATO IN ITALIA HA LASCIATO IL PARCO ZOO FALCONARA: PER LUI SI APRONO LE PORTE DEL TIERPARK DI BERLINO
La partenza dell’animale è avvenuta dopo un mese di training in preparazione al viaggio

Italo, il primo okapi nato in Italia, ha lasciato il Parco Zoo Falconara ed è arrivato al Tierpark di Berlino, tra i più grandi zoo d’Europa. L’esemplare, venuto alla luce il 24 aprile 2022 nella struttura marchigiana, è il primogenito di mamma Elani e papà Dayo e da pochi mesi ha una sorellina, Vittoria. Il Parco Zoo Falconara è l’unico a livello nazionale ad ospitare questi rari mammiferi con l’obiettivo di preservare la specie a rischio di estinzione, inserita nella “Lista rossa” dell’International Union For Conservation of Nature. La struttura, infatti, supporta l’Okapi Conservation Project e partecipa all’EEP, il programma di allevamento europeo per le specie minacciate di estinzione. Ormai diventato grande, per Italo era arrivato il momento di cambiare casa. Il trasferimento nello zoo tedesco è stato deciso dal coordinatore della specie dell’EEP, esperto conoscitore degli esemplari presenti negli zoo europei. La partenza dell’okapi è avvenuta dopo un lungo periodo di training in preparazione al viaggio nel “crate” che lo ha trasportato nella nuova struttura. Per un mese, infatti, Italo ha preso confidenza con il box posizionato nel giardino del reparto, diventato con il passare delle settimane un ambiente conosciuto. Ad accompagnarlo a Berlino il suo keeper, che resterà con lui al Tierpark per i primi giorni. Il Parco Zoo Falconara ha salutato con grande affetto e un pizzico di tristezza Italo, okapi che ha segnato la storia del giardino zoologico marchigiano.

IL PARCO ZOO FALCONARA PER LA PRIMA VOLTA A FALCOMICS 2024: ATTIVITÀ E GIOCHI SUGLI ANIMALI DEI FUMETTI
Dal 24 al 26 maggio la struttura sarà presente con uno stand in piazza Mazzini. In mostra reperti e per i più piccoli previsti simpatici gadget

Giochi e divertimento per tutti a Falcomics 2024 con le attività proposte dal Parco Zoo Falconara. Per la prima volta la struttura sarà presente alla nota manifestazione, in programma dal 24 al 26 maggio a Falconara, con uno stand in piazza Mazzini. Adulti e ragazzi potranno cimentarsi in un quiz sugli animali del mondo comics. Tre i livelli da superare, aumentando di volta in volta il grado di difficoltà. Solo i più preparati riusciranno ad arrivare alla fine e vincere un biglietto d’ingresso omaggio allo zoo. Per rendere il gioco ancora più divertente la sfida è aperta a singoli e/o gruppi. I bambini riceveranno un gadget da portare a casa: un origami indovino sugli animali da costruire e colorare. A condurre le attività sarà lo staff didattico scientifico del Parco che mostrerà anche affascinanti reperti, come il cranio della zebra, del ghepardo e del mandrillo; l’uovo e le piume di struzzo; l’artiglio della tigre e le corna dello yak.
Lo stand sarà aperto al pubblico venerdì 24 dalle 14:00 alle 20:00, sabato 25 e domenica 26 dalle 11:00 alle 20:00. Tutti coloro che si fermeranno alla postazione riceveranno un buono sconto del 20% per l’acquisto online del biglietto d’ingresso allo zoo, valido fino al 2 giugno. E non è finita qui perché il giardino zoologico marchigiano si trasformerà anche in un set fotografico per memorabili e insoliti scatti ai cosplayers.

falcomics

PARCO ZOO FALCONARA, PRIMA USCITA PER LA BABY OKAPI VITTORIA
Sotto l’occhio vigile di mamma Elani, la cucciola gioca e corre nel prato, incuriosita da ciò che la circonda. È il primo esemplare femmina nato in Italia

Vittoria, la cucciola di okapi venuta alla luce nel Parco Zoo Falconara lo scorso marzo, è finalmente uscita dalla stalla e sta iniziando ad esplorare l’area esterna del reparto. Sotto l’occhio vigile di mamma Elani, gioca e corre nel prato, incuriosita da ciò che la circonda. Vittoria è il primo okapi femmina nato in Italia. Un fiocco rosa arrivato a due anni di distanza da suo fratello Italo, il primo esemplare venuto alla luce nello Stivale e che a breve sarà trasferito al Tierpark di Berlino. Il giardino zoologico marchigiano è l’unica struttura a livello nazionale ad ospitare questi rari mammiferi con l’obiettivo di preservare la specie minacciata di estinzione.

foto vittoria e mamma elani

“10 STORIE DI SUCCESSO” PER INVERTIRE “IL ROSSO”: IL PARCO ZOO FALCONARA ACCENDE I RIFLETTORI SU GRIFONI, IBIS EREMITA E TESTUGGINE
I
n occasione del primo World Species Congress, promosso dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, sabato 18 e domenica 19 maggio il giardino zoologico marchigiano organizza una serie di eventi a tema

Talk e letture per raccontare le storie di successo di alcune specie che rischiavano l’estinzione, ma che grazie all’azione di conservazione dei parchi zoologici sono ormai fuori pericolo. In occasione del World Species Congress, il Parco Zoo Falconara organizza un fine settimana di eventi a tema dedicati ai grifoni, alla testuggine italiana palustre e all’ibis eremita. Oggi (mercoledì 15 maggio), infatti, si sta svolgendo il primo Congresso Mondiale per la conservazione della Specie promosso dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (UICN).
Si tratta di una maratona globale online di 24 ore dove specialisti confrontano progetti e studi scientifici da ogni parte del mondo con l’obiettivo di “invertire il rosso”, colore che simboleggia il massimo rischio di estinzione. “Reverse the Red è un progetto essenziale ed urgente- commenta Francesco Petretti, Membro Species Survival Commission (SSC) IUCN-, che in Italia vede coinvolte le Istituzioni aderenti all’Unione Italiana dei Giardini Zoologici e degli Acquari. Queste strutture, con le loro equipe di biologi, veterinari, comunicatori e tecnici, sono impegnate in una grande e avventurosa impresa per conservare alcuni fra gli animali più rari e minacciati del Pianeta”.
Nel weekend, quindi, il Parco Zoo Falconara e altre otto strutture dello Stivale (Bioparco di Roma, Parco Natura Viva, Acquario di Genova, Parco Oltremare di Riccione, Parco Zoo Punta Verde, Zoom Torino, Parco Faunistico Le Cornelle, Giardino Zoologico di Pistoia) organizzano incontri, talk e dibattiti su “10 storie di successo”, un libro ideato dal gruppo di lavoro degli educatori UIZA, contenente racconti delle specie per le quali è stato possibile “invertire il rosso” grazie agli esemplari allevati nei parchi zoologici e reintrodotti nei loro habitat di origine.

Sabato 18 e domenica 19 maggio, nel giardino zoologico marchigiano sono in programma importanti appuntamenti. In entrambe le giornate, alle ore 12.00, “Sotto le ali del grifone”, incontro con lo staff didattico-scientifico del Parco per scoprire come zoo e acquari aiutano gli animali in natura. Alle 15:00 è il momento di una lettura per bambini: “Una trachemys è per sempre”. L’area dedicata alle testuggini d’acqua dolce sarà allestita con tappetoni, cuscini e peluche a forma di tartaruga per ascoltare comodamente la storia della testuggine italiana e americana. Infine, alle 16:00, “L’eremita in volo verso casa”, un talk con i biologi della struttura per conoscere un’avvincente storia di successo italo-austriaca con protagonista l’ibis.

AL PARCO ZOO FALCONARA LA FESTA DELLA MAMMA È SPECIALE
Domenica 12 maggio in programma un evento con Nounouse, la mamma gibbone simbolo della struttura.  Al via anche “Vietnamazing”, la campagna di sensibilizzazione EAZA 2024-2025 per tutelare biodiversità del Vietnam

Una domenica speciale al Parco Zoo Falconara per festeggiare tutte le mamme del mondo. Il 12 maggio, all’ingresso della struttura, le mamme saranno omaggiate con un piccolo pensiero a km 0 realizzato da L’Artigiana del Naturale, azienda a conduzione familiare di Senigallia. Riceveranno un sacchetto con alcuni campioncini di cosmetici e una saponetta contenente una tenera frase: “Un gesto di una mamma è speciale perché fatto con tanto amore”.
Protagonista della giornata sarà mamma gibbone, Nounouse, la più famosa dello zoo. L’esemplare sarà al centro dell’intervista speciale che porterà il visitatore a scoprire in modo divertente segreti e abitudini di questa specie. Un appuntamento da non perdere, in programma sia alle 11:30 che alle 17:00. Tornano anche gli incontri con lo staff didattico scientifico del Parco: alle 11:00 tutti a conoscere gli okapi, alle 15:00 i grifoni, alle 16:00 i canguri e alle 18:00 l’ippopotamo Pippo. Inoltre, dalle 14:00 alle 18:30 presso l’Angolo Casa Natura tante iniziative per tutta la famiglia con biologi in azione, reperti, curiosità sul mondo animale e truccabimbi.
E non è finita qui perché domenica 12 maggio prenderà il via anche “Vietnamazing”, la campagna di sensibilizzazione EAZA 2024-2025 (Associazione Europea degli Zoo e degli Acquari). Nel reparto dei gibboni, dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00, sono in programma attività e giochi dedicati a tutti i visitatori per conoscere e proteggere la straordinaria biodiversità del Vietnam, dove la guerra e lo sviluppo economico degli ultimi decenni hanno alimentato il bracconaggio, il rischio estinzione e la perdita di habitat di importanti specie. In questa area ci saranno, quindi, approfondimenti, crucipuzzle, trova le differenze e altri giochi per imparare divertendosi. Inoltre, sarà apposta la cartellonistica relativa alla campagna.

WhatsApp Image 2024 05 09 at 14.54.29

ban orari

ban tariffe

ban orari

ristozoo

storie di successo

OCCHIO All'alieno - Campagna UIZA Specie Aliene

banditiinnatura

Siamo membri di:
logo uiza 2013Membro di - EDUZOO Educare per conservare

Membro di EAZA - European Association of Zoos and Aquaria

logo species 360  Membro di - ANMS Associazione Nazionale dei Musei Scientifici
Partecipiamo:
Partecipiamo a: EEP European Endangered species Program